Happy! Questo è il nostro coworking, e questo è il nostro video!

Il CowoManifesto dice: Il coworking gode della migliore strategia di marketing che si possa immaginare: la felicità.

Anche per questo abbiamo scelto Happy come colonna sonora del nostro primo video, a sei anni esatti da quel primo aprile 2008 in cui aprimmo le porte (e no, non era un pesce d’aprile!).

[Voucher] Coworking a Milano: i nomi dei coworker beneficiari dei 1.500 euro del Comune.

Il Comune di Milano ha diffuso la lista dei primi coworker a cui è stato confermato il voucher da 1.500 euro spendibile negli spazi di coworking cittadini accreditati.

Ci fa piacere vedere, nella lista dei nomi, anche quelli di alcuni nostri coworker, di casa in via Ventura 3: congratulazioni a Elisa Mori, Chiara Bovio e Isabella Marchese, Marco Zuttioni e Luca Romagnoli!

La lista completa dei coworker è scaricabile dal sito del Comune.

Quello che segue, invece, è il video diffuso dall’assessorato al Lavoro per la presentazione dei vari spazi Cowo accreditati in città (al momento 24).

Ricordiamo che il registro per le domande dei coworker rimane aperto e si può presentare domanda per i voucher in qualsiasi momento: in questa pagina tutte le informazioni e il modulo di richiesta.

Cowo + VenturaLambrate = Free WiFi e Free Coworking @ FuoriSalone Milano, since 2010 :-)

Coworking Cowo Fuorisalone

E’ ormai una piccola tradizione, che rinnoviamo ogni anno con grande piacere.

Coworking Cowo Free Desk and WiFi for VenturaLambrate FuoriSaloneCowo Milano/Lambrate apre le porte a visitatori ed offre free desk e free WiFi a chiunque ne abbia bisogno, nelle giornate dal 9 al 14 aprile, nella propria sede di Via Ventura 3.

I giorni del Salone del Mobile a Milano sono tra i più stimolanti dell’anno.

In particolare, il FuoriSalone qui a Ventura Lambrate (proprio dove siamo noi) è bellissimo, e parte del divertimento sta nel conoscere i professionals che entrano al Cowo.

Per questo Cowo è partner di VenturaLambrate dal 2010 :-)

Benvenuto Programma CowoPass, benvenuti coworker da tutta Italia :-)

Il network Cowo ha appena lanciato il Programma CowoPass, un nuovo sistema di utilizzo delle postazioni che permette ai coworker di utilizzare indifferentemente spazi Cowo in tutta Italia.

CowoPass offre la comodità di una rete (e Cowo si compone di oltre 60 spazi di coworking, più rete di così!), alla flessibilità di un utilizzo dinamico, in molte città d’Italia, per 12 mesi.

Tutto questo è possibile grazie a un unico sistema di crediti: i Crediti CowoPass, standard per tutti gli spazi Cowo che aderiscono al Programma.

I crediti sono collegati a 4 “pacchetti di giornata-postazione”, uguali per tutti, che rendono questa nuova opzione per i coworker Cowo anche particolarmente conveniente:

  • 4 days: euro 50 + iva
  • 8 days: euro 90 + iva
  • 16 days: euro 150 + iva
  • 32 days: euro 250 + iva

I pacchetti sono utilizzabili un anno dalla data dell’acquisto in tutti i Cowo che aderiscono a CowoPass (compreso il nostro!).

Su CowoPass.it la guida completa con tutte le info.

Che razza di coworking è questo? The Cowo Manifesto.

Il nostro spazio di coworking è attivo da 3 anni e mezzo. Un lungo periodo, durante il quale abbiamo imparato tanto, e tutto ciò che sappiamo l’abbiamo imparato dai nostri coworker, giorno dopo giorno, da quel fatidico 1° aprile 2008 :-)

Sulla scia di quanto è successo e succede – non solo qui in Via Ventura ma anche e soprattutto nel network che questo spazio ha fatto nascere - abbiamo pensato di definire un “manifesto” in cui riconoscerci.

Cowo è infatti un’idea precisa, mentre il concetto di coworking è (giustamente) soggetto a molte interpretazioni.

Ecco quindi le 10 “leggi del Cowo”: non sono scolpite nella pietra, ma… in anni di coworking quotidiano, sì!

Aboliamo i pacchetti a giornata. Abbassiamo i prezzi. Aumentiamo la sostenibilità. Di tutti.

Tabella tratta dalla ricerca di Deskmag.com (luglio 2011)

“Sostenibile” è un concetto interessante, dalle molte sfaccettature.

Viene da associarlo al prezzo di un servizio, ma è una lettura riduttiva. Per dire: all’interno di un ambiente, ciò che è sostenibile per qualcuno può non esserlo per altri.

Sostenibilità è un concetto che riguarda tutti. O è sostenibile per tutti o non lo è per nessuno.

Per questo, noi che gestiamo questo spazio di coworking, abbiamo dovuto riconsiderare una delle opzioni più richieste: quella dei “pacchetti a consumo”.

Troppo complicato tener conto di quante presenze fanno i coworker, su periodi magari di 12 mesi, con preavvisi spesso di pochi minuti… non sostenibile. Sorry.

Si ripropone quindi l’opzione mensile.
Ma la sostenibilità va tutelata. Il prezzo è importante, per molti giovani è decisivo.

Ragionandoci su, abbiamo portato l’opzione mensile allo stesso livello dei vecchi pacchetti: intorno ai 10 euro al giorno. Significa 200 euro al mese.

Se poi scegli l’opzione 24/7 (che non ha costi aggiuntivi), finisce che hai un ufficio a disposizione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 con un costo giornaliero di 6,6 euro…

Avremo salvato la sostenibilità dei nostri coworker? Speriamo! :-)

[Fonte: Deskmag.com, article by Sophie Bonnet: "The average cost of coworking: two cups of coffee a day"]

Un quarto d’ora di marketing tutte le mattine.

A volte, appena arriviamo, intanto che qualcuno aspetta che gli si avvii il PC e qualcun altro si fa un caffè, io e i coworker del nostro Cowo scambiamo pareri e impressioni su… Cowo, cioè sui servizi che eroghiamo qui in Via Ventura 3.

Postazioni al mese, al giorno, sala riunioni, pacchetti a giornata, abbinamenti postazione + sala, utilizzi singoli o multipli, orari, chiavi… dare un buon servizio è la cosa importante, e per me questi momenti di confronto sono fondamentali. Ascolto sempre con molta atttenzione, e – quando sono io che ho delle idee – aspetto con ansia questi momenti per potermi confrontare con loro sui nostri nuovi progetti, in termini di servizio.

Scherzando, dico spesso che quando un coworker ci chiede una cosa due volte, la settimana dopo integriamo il pacchetto di servizi con quella cosa che ci è stata chiesta.

La realtà non è molto lontana.

Se penso alle opzioni che abbiamo introdotto nel tempo, quasi tutte sono nate da richieste che ci sono arrivate dai coworker, i quali sono stati (ovviamente) molto contenti di vedere non solo accolte le loro richieste, ma anche “istituzionalizzate” a favore di tutti gli altri.

Non riesco ad immaginare un modo diverso di procedere, e mi sto accorgendo che questo “quarto d’ora di marketing mattutino” è la nostra vera ed unica strategia.