Milano, la città che aiuta il coworking

Milano: incentivi economici al coworking

La news è recentissima: il Comune di Milano rilancia.

Dopo il successo del provvedimento di incentivazione economica al coworking del 2014 – che inaugurava il sistema di voucher per gli utilizzatori degli spazi, poi preso ad esempio anche da altre amministrazioni pubbliche – quest’anno Milano riserva dei fondi anche per i gestori di spazi di coworking.

Mentre i voucher per i coworker sono confermati (sempre 1.500 euro all’anno come tetto massimo, per non più di 12 mesi e a fronte di costi non inferiori ai 1.000 euro) ed è sempre attivo anche l’Elenco qualificato dei coworking accreditati, il Comune di Milano ha deliberato di stanziare 400.000 euro per spese migliorative degli spazi di coworking, che possono riguardare:

– arredi
– infrastrutture
– lavori di ristrutturazione

Ovviamente, i costi devono riguardare lo spazio di coworking e solo quello, ed eventuali beni devono essere consegnati e utilizzati esclusivamente dal coworking (e non possono essere venduti per 3 anni).

Tutte le indicazioni e i documenti per presentare la domanda dei finanziamenti sono disponibili a questa pagina del sito del Comune di Milano, inoltre sono in arrivo le Guide Cowo divulgative e gratuite, come sempre (a fine 2014 abbiamo tolto dal sito quelle degli incentivi 2014, ora siamo quasi pronti con le Guide 2015, a breve le rendiamo disponibili per il download).

Siamo orgogliosi della nostra città, sappiamo che moltissimi – in Italia e all’estero – ci guardano con ammirazione e una punta di invidia, e siamo consapevoli della fortuna di poter dialogare in modo costruttivo con l’amministrazione comunale.

Che altro aggiungere, se non un “Grazie Milano” a nome di tutto l’ecosistema! :-)